IN LIMBO

IN LIMBO

L’opportunità di realizzare una seconda uscita della stazione Materdei a servizio del quartiere Sanità è offerta dal riutilizzo di una estesa cavità tufacea realizzata nel 1761 e successivamente usata come rifugio antiaereo nella seconda guerra mondiale. Il rione Sanità è situato in una valle ai piedi della collina di Materdei e nasce come luogo di sepoltura in età greco romana ed è pertanto costituito da una stratificazione sotterranea senza eguali, che ben testimonia il rapporto tra i suoi residenti ed il mondo dei morti. Tra i più importanti ritrovamenti della necropoli ellenistica ricordiamo le Catacombe di San Gennaro, di San Gaudioso e di san severo, oltre che l’ossario delle fontanelle, tutte aree cimiteriali scavate nel tufo.
Il progetto, che ha l’obiettivo di realizzare una nuova uscita della stazione della metropolitana Materdei nel quartiere sanità, mira altresì a creare un nuovo collegamento urbano tra i due quartieri valicando il considerevole dislivello che li separa.

Partendo da queste premesse storico-culturali e considerata la componente orografica e tipologica dello stato dei luoghi, le due aree da collegare, schematizzate concettualmente in punti A e B, vengono idealmente identificati come gli estremi di due mondi: il Mondo di Sopra e il Mondo di Sotto. Due mondi che anticamente nei culti pagani erano considerati comunicanti tra loro e tra i quali era sovente possibile lo scambio, arrivando anche a confondersi, e che proprio grazie a quei culti che sono giunti fino ai giorni nostri assumono la forma di rituale antropologico, in particolar modo nella Sanità. Sulla base di questo ragionamento Il nuovo collegamento da realizzare tra questi due mondi rappresenta il Limbo. Un luogo di sospensione, tra un punto A e un punto B – di passaggio – ideale e reale.

Info

  • Anno: 2018
  • Concorso di progettazione in due gradi
  • Luogo: Napoli, Italia